Immissioni rumorose superiori alla soglia della normale tollerabilità: il Condominio può essere condannato a risarcire il danno non patrimoniale patito dal condomino?

Una recente pronuncia della Corte d’Appello di Firenze n. 301 del 14 febbraio 2024 ha riconosciuto a favore del condomino il diritto ad ottenere il risarcimento del danno causatogli dalle immissioni rumorose dell’ascensore condominiale e dal locale ascensore adiacenti la sua abitazione.
La pronuncia è fondata sulla previsione dell’art. 844 del Codice Civile secondo cui “Il proprietario di un fondo non può impedire le immissioni di fumo o di calore, le esalazioni, i rumori, gli scuotimenti e simili propagazioni derivanti dal fondo del vicino, se non superano la normale tollerabilità, avuto anche riguardo alla condizione dei luoghi”
L’ascensore condominiale, nel corso degli anni, era diventato oltremodo rumoroso, tanto da rendere impossibile la vita quotidiana e ciò anche a seguito di interventi commissionati dal Condominio.
La Corte ha ritenuto circostanza provata quella relativa alla presenza, all’interno dell’appartamento, di immissioni rumorose, superiori alla soglia della normale tollerabilità, riconoscendo al condomino la lesione del diritto alla vivibilità della propria abitazione che fa parte del più ampio diritto al rispetto della vita privata e familiare di stampo europeo.
Il Condominio è stato condannato a risarcire al condomino il danno non patrimoniale per le immissioni rumorose superiori alla normale tollerabilità provocate dall’ascensore.
Lunga ed articolata la pronuncia del tribunale fiorentino che ha svolto un’approfondita valutazione sia in punto di diritto che da un punto di vista tecnico costruttivo arrivando a decidere che la normale tollerabilità di cui all’art. 844 del Codice Civile era stata oltrepassata.
Se volete approfondire l’argomento o verificare se questa pronuncia può essere applicata al vostro Condominio contattateci lasciando un commento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *